LE RELIQUIE

S. Ennodio
Vescovo di Pavia – Magno Felice Ennodio è nato ad Arles verso l'anno 473, ma fu educato a Pavia da una zia dopo aver perso, ancor fanciullo, entrambi i genitori. Guarito da una grave malattia per intercessione del Martire S. Vittore in cui onore, una volta vescovo, eleverà una chiesa...decise di entrare nello stato ecclesiastico e nel 494 S. Epifanio Vescovo di Pavia lo ordinò diacono. Fu scelto dal clero e dai fedeli di Pavia come loro vescovo nel 513. Morto a Pavia il 17 luglio 521. Custodito in una teca all'interno dell'altare maggiore.
 
S. Eleucadio
Arcivescovo di Ravenna – Di origine orientale, fu il secondo Vescovo di Ravenna, cioè il successore di S. Apollinare e il suo episcopato si è svolto verso la seconda metà del secolo II. Il ricordo di Eleucadio era molto vivo in Ravenna, tanto da celebrare solennemente la sua festa (14 febbraio) e di dedicargli una basilica: questa chiesa nel 751 fu conquistataa da Astolfo, re dei Longobardi, che prese l'arca con le reliquie del Santo e le trasportò in S. Michele. Custodito in una teca all'interno dell'altare maggiore.

S. Aldo Eremita
Pare possibile che S. Aldo abbia condotto la sua vita eremitica primariamente nei dintorni di Bobbio, poi in quelli di Carbonara di Pavia. Quel che è certo è che il suo corpo all'epoca del Catalogo Rodobaldino si trovava in Pavia nella chiesa di S. Colombano Maggiore. Trasportato successivamente in Cattedrale per giungere in fine a S. Michele. Custodito in una teca all'interno dell'altare maggiore.

S. Brizio
Vescovo di Tours – Ritrovato vicino alla chiesa di San Martino Siccomario. I resti sono stati trasferiti nel 1407 a Pavia nella chiesa di Santa Maria Capella e lì rimasero fino al 1810 quando la chiesa venne dissacrata e i resti trasportati presso la Basilica di San Michele. Nel 1863, dopo una lettera del Vescovo di Tours scritta al nostro Fabbriciere Carlo Dell'Acqua , venne alla luce che San Brizio in San Michele non è il Santo Vescovo di Tours morto nel 444. Tra il 2003 e il 2007 grazie al contributo degli Amici dei Musei si è provveduto al restauro delle teche contenenti gli oggetti liturgici usati da lui. Le teche sono ubicate in cripta.

S. Massimo
Vescovo di Pavia – Oriundo di Valenza Po. Fu predecessore di S. Ennodio. Le Reliquie di S. Massimo furono conservate fino al 1866 nella chiesa dedicata a S. Luca. In quella data furono traslate in S. Michele e deposte insieme alle ossa di S. Brizio e San Pietro I. L'urna si trova all'interno dell'altare della cripta. E' ricordato l'8 gennaio.

S. Pietro I
Vescovo di Pavia – Fu Vescovo dal 730 al 743. I resti di questo santo furono conservate nella chiesa di S. Giovanni in Borgo fino alla dissacrazione della medesima avvenuta il 4 settembre 1805. Furono quindi trasportati nella chiesa di S. Luca. Nel 1866 le preziose reliquie furono deposte  a S. Michele insieme a S. Brizio e S. Massimo nelle urne all'interno dell'altare della cripta.

S. Barnaba
Apostolo - La testa di S. Barnaba si trovava nella chiesa di S. Marino fino alla sua soppressione. Giunse a S. Michele nel 1799. Le reliquie si trovano in una teca nella cappella della Madonna Addolorata.

S. Saturnino
Martire - Le Reliquie di questo santo erano custodite nella chiesa pavese San Pietro in Vincoli. Nel 1799 alla soppressione di questa, le reliquie furono trasportate in San Michele. Fino al 1874 erano conservate sotto lìaltare dell'Addolorata. L'urna oggi è conservata sotto l'altare di Santa Lucia.

S. Cornelio
Papa Martire - Morto a Civitavecchia nel 253. Papa dal 251 al 253. Ricordato il 16 settembre. Reliquie poste all'interno di un busto custodito in un armadio.

S. Cipriano
Vescovo Martire – Nasce a Cartagine verso il 210, condusse una vita dissipata e moralmente riprovevole. Verso i 25 anni entrò in crisi e con l'aiuto del prete Ceciliano sfociò nella fede cristiana. Divenne sacerdote nel 248 e fu nominato Vescovo di Cartagine per acclamazione popolare nel 249. Muore decapitato nel 258. Ricordato il 16 settembre.  Reliquie poste all'interno di un busto custodito in un armadio.

S. Alessandro Sauli
Vescovo – Nato a Milano il 15 febbraio 1534. Ordinato sacerdote il 24 marzo 1556, fu Vescovo di Aleria dal 1570 al 1591 e di Pavia dal 1591 al 1592 (anno in cui riconsacrò l'altare in San Michele Maggiore). Nella nostra città fu docente all'università in Teologia e Filosofia. Morto a Calosso l'11 ottobre 1592. Proclamato santo l'11 dicembre. Una reliquia è custodita in un ostensorio depositato in un armadio. 

S. Carlo Borromeo
Vescovo – Nato ad Arona il 2 ottobre 1538.  Consacrato Vescovo nel 1563, divenne Arcivescovo di Milano. Morto a Milano il 3 novembre 1584. Beatificato nel 1602 e canonizzato l'1 novembre 1610. Una reliquia è contenuta  in un ostensorio custodito in un armadio.

Reliquia della Santa Croce di Nostro Signore Gesù Cristo
Dono dell'Imperatore Ottone alle Monache del soppresso Monastero di San Felice e donata alla Basilica di San Michele dal Canonico Barbieri. Si trova nella cappella della Madonna Addolorata.

Beato Lanfranco
Arcivescovo di Canterbury – Nato a Pavia nel 1005. Qui esercitò l'ufficio di letterato e avvocato. Nel 1070 divenne Arcivescovo. Morì il 28 maggio 1089. La reliquia del beato fu donata alla nostra basilica nel 1867, dal Cardinale Luigi Giuseppe Trevisanato Patriarca di Venezia.

Beato Martino Salimbene
Nobile Notaio Pavese. Morto probabilmente nel 1457 venne sepolto nell'antica Basilica di San Giovanni in Borgo, oggi non più esistente. Alla soppressione della stessa nel 1805 i resti mortali furono trasferiti nella chiesa di San Luca. Le reliquie del beato furono collocato in San Michele nel 1866. L'urna si trova nella cripta.



Dal catalogo di don Pietro Agnelli si contano circa 235 reliquie di cui 100 contenute in piccole teche.

© Copyright 2014 Basilica di San Michele Maggiore, piazza San Michele - 27100 Pavia (Italia)
Parrocchia: piazzetta Azzani, 2 - 27100 Pavia - Tel/Fax. 0382.26063