L'altare marmoreo massiccio offre, sulla fronte rivolta a noi, le figure di San Michele Arcangelo, con la bilancia della psicostasis, ossia pesatura delle anime; ai lati i due Santi comprotettori Ennodio ed Eleucadio, in abiti e insegne pontificali (si notino le sproporzioni dei due bastoni pastorali).
Davanti all'Arcangelo, e ginocchioni, Ŕ il committente Canonico Giovanni Sangregorio in abito diaconale - vi si legge nella scritta - il quale lo donava nell'anno 1383, e sembra un ritratto. L'altare Ŕ attribuito tradizionalmente a Giovannino de Grassi, che in quegli anni lavorava ai disegni del Duomo di Milano. Dietro l'altare Ŕ imponente la massa della dorata źMaestÓ╗, ossia di un complesso ligneo macchinoso, quasi piramidale, barocco, di cupole, di balaustre, di porticati, di statuine di Santi. Essa fu lavorata nell'anno 1606.

L'EPITAFIO DI ENNODIO
In un vano della parete destra, Ŕ conservato l'epitaffio marmoreo di Sant'Ennodio. Composto di distici latini, esso per lo stile come per i concetti, Ŕ da attribuire ai primi anni successivi della di lui morte in Pavia - ove era vescovo - avvenuta il 17 luglio dell'anno 521, essendo console Valerio.

 

L'INCORONAZIONE DELLA VERGINE
Ed ecco ora, nella tazza dell'abside, la grande coreografia di una Incoronazione, la quale sta bene in una basilica che ricevÚ le tradizioni di tante incoronazioni. Ma questa Ŕ un'Incoronazione che avviene nel Cielo: Ges¨ Redentore pone la corona di Regina sul capo di sua Madre: il loro trono spettacoloso Ŕ irto di ornamenti gotici; il paesaggio Ŕ di ciuffi verdi d'albero e di case pi¨ o meno lontane; potrebbe essere un paesaggio pavese di cinque secoli fa, fuori di Porta Santa Giustina. Gli angeli musicanti sono disposti su tre piani, in gruppi di tre ciascuno in una simmetria monotona. Il lavoro, nel suo complesso, Ŕ povero, massime nel panneggio; tuttavia, nella scena, e con tutti quegli angeli, spira una certa grazia e devozione da far pensare che l'artista sia stato uomo pio. Ai piedi del trono Ŕ il committente.

 

 

 

 

 

L’ALTARE MARMOREO ANTICO

© Copyright 2014 Basilica di San Michele Maggiore, piazza San Michele - 27100 Pavia (Italia)
Parrocchia: piazzetta Azzani, 2 - 27100 Pavia - Tel/Fax. 0382.26063